Cronache dalla Via della Seta

cronache via della seta

Caldo, caldo e sole. Sole altissimo. La meta era così vicina, eppure così infinitamente lontana; ogni passo avanti ti dava l’impressione di poterla toccare, di averla finalmente catturata. E invece appena sollevavi lo sguardo dalla terra e dalla polvere che da giorni e giorni calpestavi incessantemente, ti accorgevi che la distanza fra te e lei era sempre uguale, assolutamente invariata. … Continua a leggere

La signora Cianciulli e il mondo delle autoproduzioni

3ggfronte A6

All’interno dello spazio anarchico Libera Officina (via del Tirassegno 7, Modena) organizzeremo nei giorni del 18-19-20 settembre 2015 una Fiera dell’autogestione e delle autoproduzioni, di cui troverete il programma al termine dell’articolo. Oltre a invitarvi tutti e tutte a partecipare (sarà belissimo, fighissimo, liberissimo e tutti gli issimo) volevo condividere con voi alcune delle mie riflessioni (e con mie intendo … Continua a leggere

Turchia, un viaggio lungo 2000 anni

Sardi 7

E sì, sono ancora qui, con i miei tempi biblici, a parlarvi della Turchia. Di quella Turchia vecchia quasi duemila anni che mi è rimasta nel cuore, che della Turchia che usa gli idranti durante il gay pride non mi va di parlare; per quella restano tutta la mia solidarietà e la mia ammirazione per la dignità dei manifestanti e … Continua a leggere

Turchia, Efeso

DSC02433

Il mese scorso ho avuto la fortuna di poter fare un viaggio di studio in Turchia organizzato dall’università di Bologna; voglio iniziare ringraziando i professori che lo hanno reso possibile,  accompagnandoci e guidandoci in questa terra meravigliosa, e cioè il professor Cosentino, la professoressa Baldini e la professoressa Rizzardi. Per una studentessa di archeologia come sono io, poter finalmente camminare … Continua a leggere

Il 25 aprile

DSC02949

Sono sempre andata in piazza per il 25 aprile. Che fosse un concerto, un corteo, un presidio, l’importante era ricordare. Quest’anno, un po’ perché sono appena tornata dalla Turchia, un po’ perché il mio compagno non c’era, non sono riuscita ad organizzarmi e sono rimasta a casa. E mi faceva strano, ecco. È stato strano svegliarmi, lavarmi, fare colazione leggendo … Continua a leggere

La donna più pericolosa d’America

41n8XERl8qL

Pamela Galassi è una cara amica, con cui ho avuto anche la fortuna di convivere per quasi un anno, in una di quelle case sempre caotiche e con innumerevoli inquilini che a ripensarci ti fanno tornare in mente dei ricordi bellissimi. E’ una persona alla mano, intelligente, riflessiva, spiritosa e sempre pronta a darti una mano quando hai bisogno. Come … Continua a leggere

Gaugamela

E ti prende l’inquietudine, mentre cerchi di non fumare un’altra sigaretta. Dovresti fare altro, la vita non aspetta dicono. Ora però pensi solo che vorresti un’altra sigaretta, un’altra ancora, e i tuoi pensieri si spostano lontani, verso obiettivi ormai irraggiungibili e un’utopia che fa fatica a camminare. E mentre combattevi contro i tuoi fantasmi, ormai sicuro della tua vittoria, eri … Continua a leggere

Ogni mattina a Jenin

ABULHAWA-S_ogni1

Questa notte mi sono svegliata sudata e spaventata, convinta che qualcuno stesse venendo a prendermi, convinta che volessero portarmi via e farmi del male. Sentivo le labbra screpolate e il sapore della sabbia sulla lingua, il sole colorava di sangue la terra. Ci ho messo qualche minuto a capire che mi trovavo nel mio letto, al sicuro sotto le lenzuola … Continua a leggere

La città delle bestie

3504-la-citta-delle-bestie

Non avevo mai letto niente di Isabel Allende; classe 1942, cilena trapiantata dopo varie vicissitudini negli Stati Uniti, considerata una delle voci più importanti della narrativa contemporanea in lingua spagnola. “La città delle bestie” mi è capitato fra le mani per caso, l’ho notato che ero già in fila alla cassa di una libreria; probabilmente è stato amore a prima … Continua a leggere

Lei

DSC01626

”Lei, di schiena, con addosso soltanto i suoi 13 modi di farsi notare” Questa frase è scritta in un bagno della Biblioteca di discipline umanistiche dell’università di Bologna. Ignoro chi sia l’autore, ho googlato ma nulla. Mi fa pensare a mille e ancora mille immagini di donne, reali o solamente raccontate, chiuse nella loro aurea di irraggiungibilità, preziose e al … Continua a leggere